Prospettiva che inganna

Prospettiva e illusioni ottiche: scorri gallery

immagini-divertenti-in-prospettiva-2

Il ribaltamento, la sovrapposizione, l’altezza sul piano, la diminuzione delle grandezze apparenti, il gradiente di tessitura, la prospettiva atmosferica, l’ombreggiatura, la sfocatura ed infine la prospettiva lineare sono i nove indizi di profondità. Ebbene, si tratta di meccanismi percettivi talmente radicati nel nostro cervello che, nel momento in cui qualche elemento nel campo visivo ne contraddice le regole, non siamo più in grado di stabilire distanze, orientamento o dimensioni degli oggetti osservati. Il nostro sistema visivo, infatti, da un lato si aspetta che gli oggetti lontani appaiano più piccoli di quelli vicini, da un altro lato sa che, a dispetto di tale diversità percepita, gli oggetti non cambiano realmente dimensione o forma (caratteristica definita costanza percettiva) solo perché sono lontani o sono visti di scorcio, e continua a vederli come dovrebbero essere e non come effettivamente li vede.

La constatazione del fatto che noi vediamo ciò che abbiamo imparato a vedere (attribuiamo agli oggetti grandezze, forme e colori a priori) crea delle serie difficoltà percettive nel momento in cui le immagini violano i nostri pre-giudizi. Il caso più plateale è l’illusione ottica individuata da Mario Ponzo nel 1913, quella in cui due elementi uguali posti su due piani diversi di un’immagine in prospettiva, vengono percepiti come differenti attraverso l’ingrandimento dell’oggetto più lontano o il rimpicciolimento di quello vicino.

L’osservatore, dunque, influisce sulla visione modificandola poiché la visione, in effetti, non è l’atto passivo di ricezione di un’immagine esterna ma un’elaborazione “creativa” dell’individuo legata ai suoi modelli di pre-giudizio culturale. Vediamo un altro caso. In un ambiente normale, i tre uomini della prima immagini qui sotto sono percepiti di statura simile ma posti a distanza diversa. Nella cosiddetta “camera ” di Ames essi appaiono, invece, posti alla stessa distanza ma con dimensioni diverse: un gigante, un normale, un nano.

prospettiva

Scorrete la gallery per divertirvi a vedere foto scattate proprio al momento giusto nel momento giusto!

Related posts

Rispondi