Golpe Turchia: protratto lo Stato d’emergenza

turchia 1

Turchia, post golpe: altri 3 mesi di provvedimento

Causa di questa decisione sarebbero i 2 mila feriti, i 200 o più morti, e le ben 65 mila epurazioni. Al bisogno non sono previsti ostacoli. Sembra questo il cuore delle intenzioni di Erdogan in riferimento a un’estensione oltre i 3 mesi attualmente previsti dello stato d’emergenza, proclamato dopo il fallito golpe in Turchia della scorsa settimana. A rivelarlo proprio il presidente Recep Tayyip Erdogan. Nel giorno della ratifica in Parlamento il vicepremier di Ankara aveva detto che il governo spera di essere in condizione di revocarlo già dopo 40-45 giorni. Attesa quindi la sua visita in Parlamento alle 18 locali, per la prima volta dal 15 luglio, secondo indiscrezioni pubblicate sul sito Daily Sabah.

Per quanto riguarda il bilancio delle vittime aumenta il numero di morti e feriti. A quasi una settimana dal golpe, il presidente Erdogan aggiorna il numero dei feriti a 2.185 persone. In precedenza, lo stesso capo dello Stato aveva fissato il numero a circa 1.500. Confermato invece il bilancio di 246 morti, esclusi i golpisti. Sono diventate, invece, più di 65 mila le epurazioni decise dalle autorità . Nelle ultime ore, tra gli altri, 529 dipendenti sono stati sospesi dal ministro dei Trasporti e delle Comunicazioni, 197 da quello delle Risorse idriche e forestali, 300 dalla tv di Stato Trt e 29 dall’ente che regola le telecomunicazioni (Rtuk). Il totale dei dipendenti pubblici allontanati, riferisce la Cnn Turk, sale così a 44.530, cui vanno aggiunti i 21 mila docenti cui e’ stata tolta la licenza di insegnamento nelle scuole private. Quasi 10 mila sono invece le persone arrestate finora.

Un tema molto caldo del quale si è tornati a parlare dopo i fatti del 15 Luglio è stata la pena di morte: va analizzato da un punto di vista legale e non in base a quello che vuole e che sostiene l’Unione Europea. E’ questa l’affermazione sostenuta dal ministro della giustizia turco Bekir Bozdag durante un’intervista rilasciata alla CnnTurk. La Turchia, dopo aver abolito la pena di morte nel 2004, pensa di reintrodurla in seguito ai fatti verificatesi recentemente.

Related posts

Rispondi