Gestione del rischio sanitario

Eudomina

Eudomina è società che si occupa della Gestione del Rischio Clinico Sanitario. La scienza e la tecnologia hanno fatto passi da giganti, ma le azioni giudiziarie dei pazienti nei confronti delle strutture sanitarie sono in aumento. Ecco perchè la legge Gelli 2017 regola in parte queste divergenze, dettando le linee guida per la gestione del rischio clinico (risk managment sanitario).

Ecco perchè Eudomina si offre per una consulenza per intraprendere questo percorso grazie ad un team di professionisti che si occuperà delle gestione, progettazione e monitoraggio delle linee guida della legge Gelli anche con formazione al personale delle strutture sanitarie nazionali. I nostri collaboratori, infatti, hanno seguito lo sviluppo della legge Gelli fin dai suoi esordi e adesso sono molto competenti in materia di gestione del rischio clinico sanitario.

In questo modo le strutture sanitarie non dovranno più affrontare enormi esborsi a pazienti se hanno seguito la legge Gelli e si sono adeguate alla soluzione del risk managment clinico sanitario.

Se vuoi conoscere Eudomina e i suoi professionisti, vai su www.eudomina.it e troverai tutte le risposte alle tue domande.

Rischio sanitario: come ridurne l’impatto

La Legge n°24/2017 (“Legge Gelli) e le Leggi regionali impongono a tutte le strutture sanitarie e sociosanitarie il dovere di svolgere attività di prevenzione, monitoraggio e gestione del rischio sanitario. La Pubblica Amministrazione verifica che ciascuna Struttura svolga tali attività.

Cosa comporta? 

Nonostante gli innegabili progressi in campo scientifico e tecnologico, i casi di malpractice medica, con conseguente aumento delle azioni giudiziarie intentate dai pazienti e dai loro familiari nei confronti dei medici e/o delle strutture sanitarie, sia pubbliche che private sono significativamente aumentati. Tutto ciò si evita attuando interventi volti a quantificare, prevenire e gestire il rischio in ambito sanitario: il risk clinical management. Questi interventi sono normati, appunto, dalla Legge 24/2017 e dalle leggi regionali in materia. Si tratta di un percorso complesso che necessita di conoscenze adeguate per prevenire gli errori, valutare i rischi, analizzare il contesto e le specifiche situazioni e implementare la formazione continua del personale.

Per saperne di più vai su www.eudomina.it

Related posts